Franca

Chi sono

“Oh, cos’è questa mia voce che mi parla e che mi turba?” Valèry”

“Speaker, attrice dal 1983 lavoro in campo audio prestando la voce per doppiaggi, documentari, spot radiofonici e televisivi. Appassionata del suono e della vocalità, ho seguito un personale percorso di ricerca vocale approfondendolo con numerosi insegnanti sia italiani  che stranieri. Opero a livello formativo nel campo della comunicazione motivazionale,  progettando percorsi di studio volti allo sviluppo e al recupero del benessere fisico attraverso l’utilizzo consapevole dell’energia vocale e gestisco corsi e seminari di dizione e impostazione della voce per aziende, enti, centri di formazione professionale, scuole e associazioni culturali e di categoria.
Nel 1999 fondo “La Voce Atelier Vocale”, un’associazione che tuttora dirigo, attraverso la quale mi occupo di comunicazione e ricerca vocale collaborando col Comune di Vicenza, l’Assessorato per i Giovani e l’Istruzione e l’Assessorato per le Pari Opportunità.
Le sinergie create con queste realtà hanno consentito, nel corso degli ultimi anni, l’organizzazione di vari convegni ed eventi formativi su temi inerenti lo studio e la ricerca  sulle potenzialità della voce e del suo utilizzo.
Collaboro inoltre con l’Ufficio Liturgico Diocesano di Vicenza per la formazione di lettori biblici.
Dal 2007, faccio parte del Comitato Direttivo dell’Associazione Culturale “Marvellous Sound Project”, un’associazione ONLUS che si pone l’obiettivo di avvicinare le persone al dialogo e alla comunicazione con gli altri attraverso la scoperta dei suoni del mondo.

Alcuni Clienti e Partners:

AIDDA – associazione imprenditrici e donne dirigenti d’azienda Sandrigo (VI)
A.I.G.A Associazione Giovani Avvocati Vicenza
A.I.G.A Associazione Giovani Avvocati Ravenna
A.P.I Associazione Piccoli Industriali (VI)
ARTEVEN Circuito Teatrale Regionale Veneto (VE)
ASSOCIAZIONE ARTIGIANI (VI)
ATELIER FORMAZIONE Marostica (VI)
CENTRO LITURGICO DIOCESANO (VI)
CENTRO CULTURALE SAN PAOLO (VI)
CONFINDUSTRIA ,ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI (VI)
COMUNE di CITTADELLA (PD)
COMUNE di VICENZA formazione personale amministrativo,formazione insegnanti
C.P.V. Centro Produttività Veneto (VI)
DOMANI DONNA ente di formazione professionale (PD)
FERRARI – DRIVER ACADEMY Maranello (MO) (sedute di coaching  individuale)
FOREMA  Assindustria“Linea Oro” (PD)
INTESA SANPAOLO Formazione Manageriale (TO)
MEDIALAB Agenzia di Comunicazione (VI)
MARZOTTO s.p.a (VI)
SANPAOLO IMI Formazione Manageriale (TO) 
SIVE FORMAZIONE-Confindustria VE
XAMAR Consulting s.r.l Rosà(VI)


Il mio viaggio

“Le parole bruciano e si fanno carne mentre parliamo. Vi è un angelo nella parola e la parola diventa portatrice di Anima tra una persona e l’altra.”
James Hilmann

 

“Il mio viaggio nella voce è iniziato ufficialmente venticinque anni fa, anche se fin da bambina ho subito il fascino della magia della parola evocatrice.
“Per caso” ho iniziato a prestare la voce per documentari e letture radiofoniche; “voci nell’ombra” vengono definiti i doppiatori; e in quell’ombra la voce diventa un’arma potente, capace di far immaginare luoghi, atmosfere, situazioni, odori, sapori; capace di far vivere e rivivere emozioni. Così le parole diventano un patrimonio di figure magiche della voce, capaci di dare una forma permanente alle cose.
Da quel momento è risuonata sempre più insistente in me una domanda: “In quali misteriose sonorità trova origine la parola?”. Un invito ad un viaggio che mi ha spinta a cercare di vivere la presenza sonora e condividere questa ricerca. Sempre “per caso” mi è stato chiesto di insegnare dizione e impostazione della voce, ma non mi riconoscevo più  nelle regole e nelle tecniche che mi erano state trasmesse. Avvertivo nelle voci delle persone che incontravo anche sofferenze, tensioni, fragilità. Desideravo comprendere gli effetti dei suoni, in particolare quelli della voce umana, sull’essere umano. Tutte le persone che ho incontrato, sia durante i seminari che ho seguito, sia nel corso delle mie lezioni e dei convegni che ho organizzato, con la loro ricerca, la loro conoscenza, le loro idee, le loro speranze, il loro desiderio di scoprire attraverso la voce un significato più profondo, mi hanno dato l’opportunità di viaggiare “nell’universo sonoro” con un’attenzione più vigile. Ed per questo che è nata “La Voce Atelier Vocale”, per trovare compagni di viaggio e condividere un sogno. Perché la voce è la nostra arma più potente e non costa nulla, ed è più di un semplice suono… è l’anima stessa.”

Armonia tra voce, corpo e anima

“La voce modula gli influssi cosmici che ci attraversano e ne capta i segnali: è risonanza infinita, che fa cantare ogni sorta di materia, come attestano le tante leggende sulle piante e sulle pietre incantate che, un giorno, furono docili”. P.Zumthor

 

Ciò che “rende” nelle parole di chi comunica non sono solo i contenuti, ma la qualità stessa della voce, la sua espressività, la sua incisività. La voce ha un potere di penetrazione nell’emozione e nelle coscienze di chi ascolta, ha un potere di seduzione.
Prima di colpire la mente, alcune voci toccano il cuore
I fonologi sostengono che la voce imita il ritmo vitale, perché segue il principio della respirazione. Ogni frase che pronunciamo nasce, cresce, si stabilizza, decresce, muore. Respira con noi.
La voce crea. La voce salva. La voce ha un potere magico. Ce lo dice il mito greco più antico, quello orfico. Orfeo canta e, grazie al potere della sua voce, ammansisce i mostri degli Inferi e può scendere nell’Ade a risvegliare Euridice dal sonno eterno.
La voce è emozione: esprime le vibrazioni più profonde del nostro essere, è respiro, alito sonoro che esprime il nostro vero sé.
La voce è energia creatrice che scorre sotto forma di suono attraverso di noi.
E’ corpo: viene dai polmoni, dalla gola, dal corpo profondo, essa sa essere suono che si fa corpo, corpo che si muove, e che muovendosi crea e semina la traccia di una scrittura che vive a sua volta in un nuovo suono.
Ma la voce è anche ascolto: una comunicazione consapevole si muove sul terreno dell’ascolto di se stessi e degli altri.
È relazione, nel senso che ogni voce è per l’orecchio: mette in relazione l’emissione sonora di qualcuno con l’ascolto di qualcun altro.
La voce umana è quindi la manifestazione della nostra identità, il nostro alito sonoro. In essa si congiungono sensibilmente corpo e anima che si fanno suono.
Ma la voce è talmente misteriosa che può anche prescindere dalle onde sonore che i fonografi registrano e i fonologi studiano, perché la sua cassa di risonanza è il nostro cuore, o la nostra testa. Essa “ci suona dentro”, come ha detto il poeta greco Kavafis, e solo noi possiamo sentirla. E non la sentiamo con le orecchie, la sentiamo con l’anima. È solo da questa consapevolezza che si può intervenire per permettere alla nostra voce di esprimere esattamente ciò che siamo.
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks